La Gemmologia

Che cos'è la gemmologia?

La Gemmologia

La gemmologia è quella scienza che studia le gemme, analizzando la loro formazione e le loro caratteristiche chimiche e fisiche, con particolare riguardo alle loro proprietà ottiche. Si avvale di specifici strumenti impiegati nell’identificazione delle gemme, di tecniche usate per il taglio e per la politura e degli elementi di valutazione e certificazione. Tra le apparecchiature impiegate dai gemmologi ricordiamo: polariscopio, conoscopio, rifrattometro, bilancia idrostatica, dicroscopio, lampada a raggi ultravioletti, microscopio ottico che permettono di arrivare a diagnosi certe nella quasi totalità delle analisi eseguite.La spettrofotometria a infrarossi e le microsonde elettroniche a scansione invece vengono usati in quei casi dove c’è bisogno di esami più approfonditi. La gemmologia si interessa anche dello studio dei minerali sintetici analoghi ai naturali e delle gemme sintetiche analoghe alle gemme naturali, che non hanno un equivalente naturale.

Scienza autonoma o di supporto?

Che sia una branca della mineralogia o una scienza a se stante è una questione accademica sulla quale non ci addentriamo; però sta di fatto che per affrontare questa materia è necessaria una buona conoscenza di chimica, fisica, mineralogia, petrografia, analisi mineralogica, geologia, giacimenti minerari, nozioni disciplinari proprie della mineralogia che al gemmologo è richiesto possedere per compiere il suo lavoro; ma la gemmologia ha principi generali suoi propri. Molte gemme sono minerali, quindi i principi e le tecniche della mineralogia sono i più adatti per l'attività gemmologica. Ma quando un gemmologo studia e analizza una pietra la sua attenzione è tanto più meticolosa e accurata perché non può rischiare di distruggere nemmeno una minima parte della gemma in questione; per questo l’impostazione del suo lavoro si basa su metodi particolari e studiati apposta per un lavoro così delicato e preciso. Inoltre tra le gemme ci sono materiali che esulano dalla categoria dei minerali, ma che devono essere studiati e analizzati ugualmente nei laboratori gemmologici con gli stessi criteri. In conclusione, per adempiere correttamene al proprio lavoro il gemmologo utilizza metodi di altre discipline ai quali vengono apportate eventuali e apposite modifiche, oltre a metodi specifici della gemmologia messi a punto per le sue precise finalità.